Come creare il pubblico Facebook Ads dopo questo cambio?

[ 🎥 C’ERANO UNA VOLTA I LIKE? 🤔]

Pochissimi giorni fa gironzolando nelle ads di Facebook,
scopro una novità (l’ennesima) poi confermata da molti operatori del settore.

Facebook cambia il targeting dei Fan / Likers della tua pagina.
E quindi cambia il modo per creare il pubblico facebook legato alla tua pagina🤔

Questo cosa significa e tu imprenditore cosa dovresti e come potresti sfruttare questo cambiamento?

Facebook da quando ha cambiato il termine FAN con LIKERS ha cercato in tutti i modi di distogliere l’attenzione dal pulsante “Mi piace”.

Di privarne proprio di significato inserendo anche le Reactions.

La strada di Facebook è chiara: MASSIMA INTERAZIONE.

Non a caso i post più commentati e i flame più accesi avvengono sui post “controcorrente”, quelli che mettono le persone in contrapposizione ed accendono la discussione.

In poche parole non potrai più creare campagne pubblicitarie e annunci rivolti “a chi ha messo mi piace alla tua pagina” o meglio “escluderli”. 

Precisando…

Facebook ora ti da la possibilità, di raggiungere chi ha interagito con la pagina Facebook NEGLI ULTIMI (DINAMICI) 365 GIORNI.

Se una persona ha messo mi piace alla tua pagina 2 anni fa, se non interagisce con i tuoi post, (e questo non significa necessariamente che non gli interessi di te), lo potrai beccare solo tramite interessi (la giungla degli interessi).

Insomma Facebook alza l’asticella, ancora una volta, ti mette in condizione di spendere di più.

E lo fa per una ipotetica buona causa: migliorare la qualità dei contenuti a beneficio dell’interesse attuale della persona.

Ma è davvero sempre un bene?

Se mi dimentico di un sito, perché amazon, eBay e tutte le distrazioni del caso me lo fanno dimenticare, questo venditore al quale ho messo mi piace rischia di non poter riattivare tutti gli utenti.

In poche parole rischiamo che i mi piace perdano completamente di significato.

Questo vuol dire che se avevi una strategia di lead generation che portava ad aumentare il numero dei mi piace nella tua thank you page, per poi poter attaccare quest’ultimi bhe… ora lo potrai fare solo per un anno.

Vanity Metrics

Significa che se hai guadagnato un like alla pagina, per esempio ad una fiera di settore, quella persona, quel like se non interagisce con i tuoi contenuti semplicemente va a morire.

Un duro attacco alle cosiddette “VANITY METRICS” (i pavoni dei grandi numeri).

Facebook mira con questo cambiamento a far si che tu debba sponsorizzare ancora di più i tuoi post per aumentarne l’interazione e la portata organica (nel frattempo calata all’1%) se poi vuoi attaccarli via ads.

VEDIAMO ALCUNI SCENARI:

– Domanda latente ostacolata?

Facebook a differenza di Adwords si differenziava soprattutto per questo principio, la domanda latente da scatenare. Adwords è una domanda consapevole. Le persone in quel preciso momento stanno cercando “quella determinata cosa”.

Non potrai riattivare cosi, se non provando a ricercarli per interessi, persone che hanno messo mi piace alla pagina perché hanno eseguito determinate azioni, nel momento in cui avevano

– Evviva gli haters

Gli haters o gli oppositori di marca, quelli che “col cazzo” che ti metto mi piace, piuttosto ti vado contro, verranno necessariamente inglobati in queste audience dinamiche di “engaged peloples”.  Saranno minima parte ma aumenteranno rispetto ad ora. Vuoi intercettare la strategia ads del tuo concorrente vai sulla sua pagina e interagisci con qualcosa (ora ha più senso)

– Le citazioni

Hai presente quelle frasi graficate con citazioni motivazionali?

Bene quelle potrebbero essere un buon grilletto per attivare il pubblico,

Ma di che qualità? 🙁

I Video ancora più importanti

Se penso alla IGTV, e all’aumento di Facebook Watch e a come facebook stesso spinge i video, NON MI MERAVIGLIEREI PER NULLA se la direzione di Facebook sia come quella di NETFLIX, ovvero di attirare grandi trasmissioni in streaming.

il tuo sito web è adesso importantissimo

Facebook è casa sua. Il tuo sito è casa tua.

Stare dietro alle regole di facebook è ancora conveniente, quando posso, con una strategia di lead generation, contattare Il pubblico con le mie regole e usare le mie pagine per usare il retargeting ancora di più per ottenere i tuoi obiettivi di business?

– i Fuffa marketers sono all’angolo

Oggi ancora di più avrai bisogno di un piano editoriale che crei valore. Non dei mi piace pompati o di quelli che “ti gestisco il social e ti pubblico 2 post a settimana”.

Non bastano i post fuffa.

– Pubblico più “caldo”?

La domanda ricorrente è:

Se una persona non ha interagito con il tuo brand nell’ultimo anno, ha senso profilarla per i tuoi annunci? La risposta potrebbe sembrare ovvia ma, nella mia esperienza ci sono settori che in cui il pubblico ha realmente bisogno di tempo per valutare e o maturare la propria scelta. Pensa al mondo delle automobili.

Cosa potresti fare in pratica?

Una buona strategia potrebbe essere questa:

  • impegnarsi in molte dirette tematiche PREANNUNCIATE che attirino le interazioni con il pubblico.
  • incentivare pesantemente le interazioni con il pubblico
  • Attaccare le persone che interagiscono con la tua pagina

A dirla tutta questa possibilità c’è sempre stata, questo pubblico si poteva già sfruttare da diverso tempo

In soldoni non potrai più attaccare, almeno per il momento i vecchi fan, nelle nuove campagne.

E se ho una campagna attiva?

Per il momento pare funzionare ancora sulle campagne attive (ma non so per quanto durerà), e sinceramente io ho sempre fatto lead a costo inferiore su questa targhettizzazione del pubblico facebook.

Come sempre la verità ce la dà il test.

È tu che ne pensi? Scrivimi un commento qui sotto.

Ti è piaciuto il post?

Preparare questi contenuti per darti valore ha richiesto ore lavoro.
Aiutami a condividerlo con i tuoi amici