Creare un sito web FAI DA TE, per un’azienda, conviene veramente?

Diciamocelo onestamente: se non hai i soldi per comprare una macchina molto costosa, per esigenza o per necessità acquisti una macchina meno costosa ma MAI e dico MAI costruiresti un’automobile da solo, per lavorare!

Pensare da imprenditori molto spesso è più semplice di quel che si possa pensare.

Un’abilità molto comune di un imprenditore con la “I” maiuscola consiste nel ricercare i modi per “FARE LEVA sulle attività, sulle cose che vende e sulle cose che produce.

Deve calcolare il tempo distribuito nelle attività, calcolare il proprio costo orario e quello di ogni singolo collaboratore, capire quali sono le attività che portano profitto (e quanto) e quali sono le attività che invece sono più un costo, ricollocare in modo intelligente il budget di spesa tagliando risorse che non generano profitto e ridistribuire lo stesso budget su attività che possano portare profitto a lungo termine.

Cosi come valutare la migliore strategia di vendita per aumentare i profitti, monitorare il flusso di clientela e migliorare il trend dei clienti, migliorare le strategie di vendita, di generazione contatti o addirittura di investimento come potrebbe essere acquistare una proprietà immobiliare.

Come vedi un imprenditore ne ha di cose a cui pensare.

L’imprenditore che non ragiona a lungo termine è molto spesso solo un titolare di partita iva ingenuo.

Potresti pensare che quello che sto dicendo sia “di parte”, arrabbiati se vuoi,  ma quello che ti chiedo è di valutare SERIAMENTE quelli che sono gli effetti collaterali di un’operazione di risparmio, su uno strumento che deve formare un “asset tecnico aziendale”.

Un “asset”, tecnicamente, è qualcosa che porta con sé un valore che può aumentare nel tempo, come un immobile, una banca dati o proprio un sito web con il suo traffico, appunto.

Oggi più che mai dopo il grande cambiamento che il COVID-19 ha prodotto nella psiche e nelle abitudini delle persone, che per la prima volta si sono ritrovate a “stare su internet forzosamente”, le aziende hanno ancor meno possibilità di sbagliare sul marketing online.

Questo soprattutto perché adesso le persone hanno acquisito una maggiore consapevolezza del potenziale di internet e delle soluzioni che quest’ultimo offre.

LE INNUMEREVOLI SOLUZIONI…OLTRE TE.

Il tuo potenziale cliente ha imparato a leggere online, ad acquistare online e accorgersi di cosa realmente gli manca.

Visitare il sito web di una pagina Facebook per “completare” la percezione iniziale è ormai normalità. Serve a lui per contrastare le incertezze per acquisire maggiore controllo e fiducia, valutare ciò che vede nel sito. Sta di fatto creando nella sua mente la tua realtà aziendale.

Il tuo sito web ancora di più oggi è una chiave importante per il tuo marketing: è casa tua e deve essere sempre online a lavorare per te!

Ok, se a questo punto hai pensato, mmmh… forse ha ragione vediamo come fare un sito web…  non ti consiglio di farlo da solo se non hai esperienza nel settore del Marketing e comunicazione.

Ecco alcuni motivi – E DICO ALCUNI MOTIVI – che dimostrano perché a conti fatti non ti conviene mai fare il sito web da solo.

Motivo n.1: Danni collaterali da “…e che ci vuole”

Magari sarai esperto nel tuo lavoro ma non di come si realizza un sito web. I siti web devono COMUNICARE IL TUO POSIZIONAMENTO nel modo corretto!

Vedo troppo spesso siti web che li guardi e dici…”E quindi? è una gelateria o una lavanderia? Non sto capendo…”.
Perché era simpatico mettere la foto del bambino con il gelato in mano che gli gocciola sulla maglietta.

Il tuo sito web deve rispondere inequivocabilmente alla domanda  “di che si tratta!?” oppure “di che parla?”.

Capire fin da subito di che parla un sito è un fattore fondamentale per chi naviga online. Avere una struttura chiara e corretta, IN FUNZIONE DEL POSIZIONAMENTO DEL BRAND è una scelta non sempre facile da mettere in campo, soprattutto per un non esperto, ma di vitale importanza per non passare come uno fra tanti.

Il tuo sito web comunica il tuo posizionamento?  Hai studiato in che modo i potenziali clienti ti percepiscono? Hai intercettato i rumors attorno al tuo brand?

Rendere subito riconoscibile (e posizionata verrebbe da dire) la propria attività, soprattutto se si tratta di attività locali e quindi in un’area di azione limitata è molto importante perché orienta il consumatore a capire “perché sei diverso” e “perché devo venire da te rispetto ad un altro competitor”.

Per quanto può sembrare assurdo a volte anche la posizione del marchio (il logo) all’interno delle pagine influenza la percezione del visitatore.

La struttura del sito deve essere sviluppata in modalità “Marketing Oriented”. Deve essere basata sulla strategia di marketing non ostacolarla come vedo fare, davvero, troppe volte.

Quanto tempo ci vuole per capire il significato de: “il sito deve comunicare il posizionamento!” ?

Se hai intenzione di farlo da solo. Prendi un timer e inizia a contare le ore che questo lavoro ti porterà via….

Motivo n.2: Non visiti abbastanza siti web, per questo non ti rendi conto dei danni che fanno contenuti scritti male.

I contenuti del sito devono essere sviluppati per generare conversioni.

Pochissimo, giuro pochissimo tempo fa ho analizzato un sito web in cui c’erano soltanto: 1 frase, 20 foto e un modulo in un unica pagina. Contenuti ZERO!

Il tuo sito Web è una calamita per il giudizio e questo giudizio non si limita al sito Web stesso, si ripercuote sul modo in cui gli utenti percepiscono la tua attività nel suo insieme.

Contenuti scritti bene che comunicano il tuo posizionamento attirano persone in target che poi diventano clienti in target.

Devi prenderti del tempo per scrivere i contenuti. Lo fai tutti i giorni? Direi di no. Hai tempo? Bene!

Continua a sommare le ore…

Motivo n.3: Ti interfaccerai con il linguaggio tecnico degli informatici

DNS, Redirect, CSS, Dominio, Hosting. Se non lavori con il web, quotidianamente con il web, che te ne fai di queste informazioni?

Preparati a passare ore sulle documentazioni di quelle cose che non hai capito, perché giustamente dalla mattina alla sera fai il tuo lavoro, non fai il webdesigner.

Hai tempo? Bene.

Continua a sommare le ore…

Motivo n.4: NON sei un esperto di Grafica e Comunicazione visiva.

Ti hanno detto che CANVA è Gratis e che è facile da usare, non serve essere maghi di Photoshop. È vero! E menomale!

Peccato però che i danni che possono fare la scelta di alcune immagini sono incredibili.

La comunicazione visiva non è solo la scelta di una o più immagini è un’arte ben precisa fatta di significati, simbolismo, bilanciamento, prominenza, saturazione, esposizioni, equilibrio, contrasti, tipografia, ecc. continuo?

Un’arte capace di imprimere nella mente un messaggio bene preciso.

A volte pensi “e che ci vuole a creare un’immagine”. Se non lo fai abitualmente il tempo vola.

Continua a sommare le ore…

Motivo n.5: NON sei un esperto di tipografia e simbolismo

I font sono le tipologie di caratteri che puoi scegliere.

Utilizzare un font sbagliato danneggia la forza del messaggio e crea un disallineamento fra posizionamento del brand e percezione che deve suscitare.

Per esempio vuoi un sito faccia percepire che nella tua azienda troveranno un ambiente ELEGANTE? Bene.. sapevi che ci sono alcuni font, che se utilizzati, distruggono questo messaggio e comunicano l’esatto opposto? Se sei un parrucchiere sai che se vuoi comunicare il mood rock del tuo salone, ci sono alcuni font che comunicano rabbia anziché grinta?

Queste cose “impercettibili”, di fatto per chi non fa questo lavoro, mettono le persone in condizione di non entrare nella tua attività perché quello che percepiscono è sbagliato. Si fanno un’idea sbagliata di te e della tua azienda.

Queste cose o le sai o le devi studiare.

È un po’ come quando vuoi rimproverare il tuo collaboratore per fargli notare un errore, con spirito costruttivo, ma per dirlo inizi a sbraitare come un pazzo.

Cosa succede? Che magari ti manda a quel paese e tu pensi… “che ho detto di male? Volevo solo aiutarlo a migliorare…  non ci sono più i collaboratori di una volta!”.

Stai molto attendo a cosa percepiscono.

“Non hai una seconda occasione per fare la tua prima buona impressione!”.
~Oscar Wilde

Motivo n.6: Creare un sito web non è come arredare casa tua.

Architettura informativa, struttura e design. Ci sono strutture di usufruizione dei contenuti e stili differenti e tu devi mantenere uno stile lineare in tutte le tue comunicazioni, una coerenza visiva da dare a tutta la tua comunicazione. Mentre a casa tua puoi usare un lampadario stile industrial, un divano in stile slow life, un tavolino in stile Hanoi e un tavolino in stile Tuscany, lo vedi solo tu e chi se ne frega, crepi l’avarizia, è casa mia e faccio quello che mi pare…

…con il tuo sito web non funziona cosi, altrimenti i clienti ti giudicano male e non entrano!

Il design di un sito web deve essere al passo coi tempi. Prova a pensarci: hai mai visto una grafica vecchia su siti di brand famosi come Apple, Barilla o Vodafone? Assolutamente no! Questo perché loro lavorano costantemente per essere sempre aggiornati e sulla cresta dell’onda, cavalcando i trend del momento. È un grande lavoro di percezione visiva!

Anche per una piccola/media impresa è importante rimanere al passo coi tempi. Ciò permette di ottenere un vantaggio competitivo sulla concorrenza che, invece, trascura la propria immagine aziendale e non effettua migliorie e restyling al design del proprio sito web.

“Andrea ma io sono appassionato a fare lo smanettone e mi diverto!”

Ho sentito più di una volta questo commento così come ho visto le realizzazioni, ovviamente spartane, ma che per loro erano “belle”…

[scusate mi prendo un momento per inspirare e] “oooookkkkkkeeeeeeeyyyyy se lo dici tu….”.

Ora te la faccio io 2 domande: “Ma non puoi divertirti a leggere i dati della tua impresa a migliorare i processi, a fare qualcosa che può coinvolgerti direttamente e migliorare un risultato concretamente, scrivere un post su Facebook, creare contenuti, video…?”

“Imparare a fare il sito web a te cosa porta?” soldi persi! Questo porta.

Quando ti si rompe la lavatrice o la cambi o chiami il tecnico, non ti metti a fare l’idraulico dalla sera alla mattina. Siamo d’accordo vero?

“Eh! Andrea ma io so riparare le lavatrici!” Anche io so cucire, ma questo non fa di me un sarto, ma uno che sopravvive se manca la moglie!

Fallo solo se non ti piace il calcetto, la pesca in apnea, il ping pong, la casa di carta, sky, netflix, non trombi mai…  insomma se non hai uno Yacht da fare, segui questi step:

  • Studiati questo libro: Plasmare il web (molto utile per la comprensione delle architetture informative).
  • Studia un libro di design e composizione dell’immagine.
  • Studia un libro di tipografica.
  • Studia un libro di copywriting.
  • Studia un libro di Css.
  • …puoi iniziare a giocare con il web!

Motivo n.7: Non è tutto oro ciò che luccica!

Se ragioni a lungo termine a conti fatti AFFIDARTI A SITI WEB COME WIX, SITE123, JIMDO è economicamente sempre sconveniente anche se sembrerebbe un affare.

Oggi creare siti gratis con questo genere di piattaforme è facilissimo. Quello che offrono questi servizi non è malaccio per chi ha scarsissime pretese dal sito web.
Peccato che sia proprio questo presupposto sbagliato!

Se hai scarsissime pretese sei un pollo con la partita iva che non “si fida di internet”, solo perché gli sembra difficile, ignorando i casi studio che dimostrano il contrario. Se ti senti preso in causa, non odiarmi, amami ti sto aiutando, non sto scrivendo CONTRO DI TE (non lo sa nessuno… 😉 ).

Guarda questa immagine:

Se nel 2021 avere un sito web non serve a niente, perché il numero delle aziende che apre un sito web è in fortissima crescita? CLICCA QUI E SCOPRI DI PIÙ

“Se credi che un professionista ti costa troppo, non sai quanto ti costa un incompetente!”

Ok, Andrea tu sei di parte, ma quali sono vantaggi e svantaggi di questi servizi:

  • PRO: sono gratuiti.
  • CONTRO: In realtà di gratuito veramente non c’è niente perché devi sempre e comunque acquistare un abbonamento mensile o annuale per avere un dominio attivo affinché le persone possano ricercarti con nomedelsito.it
  • PRO: Costi iniziali bassi. Per l’assenza di uno sviluppatore.
  • CONTRO: NON SMETTERAI MAI DI PAGARE perché hanno degli abbonamenti annuali attivi e, se disattivi il pagamento, andrai incontro a una serie di problematiche da gestire che ti faranno perdere tempo. Il sito non sarà mai veramente tuo perché stai accettando un contratto online. Hai dei limiti importanti per personalizzare il sito. Solo questo viola la prima regola del marketing: differenziati!
  • PRO: Hai una serie di modelli grafici preconfezionati tra cui scegliere, quindi non devi pensare alla grafica del tuo sito. WOW!
  • CONTRO: Peccato però che lo potranno fare tutti i tuoi concorrenti “non esperti” come te e con buona probabilità, proprio per inesperienza, creeranno un sito quasi identico al tuo.
  • PRO: Nessun costo di sviluppo.
  • CONTRO: Se provi a fare un calcolo del costo tuo orario conti alla mano ti accorgerai che per metterti lì a capire come funziona perderai serate e giornate intere su documentazioni, guide e tutorial, che potevi invece usare per fare contenuti e lavorare sulla tua autorevolezza per portare a casa nuove relazioni e nuovi clienti. Un aperitivo in più un sito web in meno (Delega!).

Stai di fatto mettendoti a fare un altro lavoro a vuoto, perché continuerai a fare quello che fai, non diventi webdesigner senza conoscere cosa c’è sotto il cofano. Stai, di fatto, inquinando il pensiero imprenditoriale che non vede titolari di attività, con lo stato come socio, fare il “tutto fare”. E ora considera il tuo costo orario e dimmi se la donna delle pulizie, con tutto il rispetto, senza la responsabilità di un’impresa sulle spalle, dei dipendenti non guadagna all’ora più di te.

Ok, ora smetti di smontare la lavatrice e chiama il tecnico, concentrati sul marketing della tua attività e inizia a fare l’imprenditore. Lascia quella chiave!! Chiama il tecnico…senti a me!

  • PRO: Veloci da fare.
  • CONTRO: Ma non da indicizzare e posizionare sui motori di ricerca. Importanti limiti di visibilità dettati dalle frequenti modifiche che Google apporta al suo algoritmo e che danneggiano il tuo sito web in termini di visibilità sui motori di ricerca. È noto ormai che siti fatti con queste piattaforme sono assai poco trovati su Google.

Se hai letto fino a qui, datti una pacca sulla spalla!

Dopo tutte queste righe è quasi il 2021: si spera che tu abbia capito che il tuo sito Web, i contenuti e il webdesign hanno un impatto profondo sulla credibilità percepita e sulla qualità della tua attività. Mentre tu metti a bollire il cotechino ti lancio una domanda…

Ma quanto il design, il layout e il contenuto del tuo sito web influiscono davvero sull’esperienza dei tuoi visitatori e sulla loro probabilità di acquistare il tuo prodotto/servizio?

LA RISPOSTA: molto più di quanto ti aspetti.

Ecco uno studio che rivela 9 statistiche che dimostrano l’importanza della progettazione di siti Web.
CLICCA QUI PER LEGGERE LO STUDIO.

“Il 38% delle persone smetterà di interagire con un sito Web se il contenuto o il layout non è attraente”  – (Fonte: Adobe – L’azienda che ha creato PHOTOSHOP!)

I visitatori/utenti impiegano 0,05 secondi per formarsi un’opinione sul tuo sito Web e determinare se rimarranno o se ne andranno. Quindi il contenuto e il layout del tuo sito Web devono attirare i tuoi visitatori abbastanza da voler rimanere sul sito e leggere/saperne di più sui tuoi prodotti e servizi.

“L’88% dei visitatori/consumatori online ha meno probabilità di tornare in un sito dopo una brutta esperienza.” – (Fonte: rapporto Gomez, Perché le prestazioni Web sono importanti)

Ciò significa che il tuo sito web non deve solo creare un’ottima prima impressione essendo facile da leggere, facile da navigare e esteticamente accattivante, ma deve anche invogliare i visitatori a rimanere sul tuo sito rispondendo quasi immediatamente alle loro domande.

“I giudizi sulla credibilità di un’azienda sono basati per il 75% sulla progettazione del sito Web dell’azienda.” – (Fonte: ricerca sulla credibilità del web da Stanford).

Il tuo sito Web funge da finestra sulla tua azienda, quindi deve trasudare fiducia e credibilità; altrimenti corri il rischio elevato di consegnare i tuoi potenziali clienti ai tuoi concorrenti con siti Web meglio progettati.

“Gli utenti trascorrono in media 5,59 secondi guardando il contenuto scritto di un sito Web” – (Fonte: studio di tracciamento oculare dell’Università del Missouri di S&T).

Questo non è molto tempo per assorbire tutto il contenuto scritto sulla homepage del tuo sito web. La chiave di ciò è utilizzare un concetto chiamato “divulgazione progressiva”, in cui le persone non sono bombardate da contenuti di cui non hanno bisogno subito, ma sono invece facilmente in grado di trovarli grazie ad una struttura orientata al marketing (oppure da un menu di navigazione principale ben progettato).

“Il 70% dei siti Web di piccole imprese non dispone di un invito all’azione (CTA) sulla loro homepage e sul loro sito Web.” – (Fonte: sviluppo web GO-Gulf).

Un ottimo pulsante CTA può indirizzare gli utenti, indurli a compiere l’azione desiderata, migliorare i tassi di conversione e infine aiutare il tuo sito Web a raggiungere i suoi obiettivi definiti. In che modo i visitatori/potenziali clienti dovrebbero sapere quali azioni vuoi che intraprendano se non dai loro CTA che li aiutano a trovare meglio ciò che stanno cercando o come trovare maggiori informazioni? …Non lo fanno e non possono.

“Uno studio ha scoperto che le prime impressioni sono legate al 94% dal design”. – (Fonte: L’effetto dell’estetica sulla credibilità del web, Farah Alsudani e Matthew Casey).

“Quello stesso studio ha scoperto che il 46% dei consumatori basa le proprie decisioni sulla credibilità di un sito Web dal suo fascino visivo ed estetico.” – (Fonte: The Real Business of Web Design, John Waters).

“Il 47% dei visitatori del sito web controlla la pagina dei prodotti/servizi di un’azienda prima di guardare qualsiasi altra sezione del sito.” – (Fonte: KoMarketing).

“Il 44% dei visitatori del sito Web lascerà il sito Web di un’azienda se non ci sono informazioni di contatto o numero di telefono.” – (Fonte: KoMarketing).

Non posso dirti quante volte i clienti vengono da me chiedendo di guardare il loro sito Web e dare loro feedback e non hanno una pagina contatti dedicata, nessun numero di telefono e/o indirizzo e-mail ben visibili o cliccabili sul loro sito web.

E poi si chiedono perché le persone non le contattano attraverso il loro sito Web o perché il loro sito Web non genera contatti.

Maggiore è il tempo, l’energia e il denaro che investi nel tuo sito Web e una migliore comprensione dei tipi di visitatori che arrivano sul tuo sito, più difficile sarà il tuo sito Web per generare lead/acquisti.

Quindi, cosa significa tutto ciò: “Un sito Web dannoso può offuscare notevolmente la credibilità di un’azienda, ma un sito Web di qualità può aiutare un’azienda a estendere la propria sfera di influenza e creare contatti”.

La differenza tra ottenere un vantaggio e perdere un vantaggio può essere semplice come fare piccoli aggiustamenti che cambiano il modo in cui gli utenti percepiscono il tuo sito Web la prima volta che interagiscono con esso.

Tutte queste statistiche si basano l’una sull’altra, qualsiasi ostacolo che un utente/visitatore trova sul tuo sito Web, sia che si tratti di design, tempo di caricamento, contenuto o navigazione, può essere dannoso per le tue possibilità di trasformare quel visitatore in un lead/cliente.

Un webdesigner esperto conosce bene queste problematiche.

PS. Ho citato le fonti di queste ricerche, giusto per mettere a tacere qualcuno che potesse anche minimamente pensare che sparo cifre a caso.